News

16 anni di Sims: la tua vita, meglio

Questa settimana The Sims ha compiuto 16 anni!
Era il lontano 2000 quando i primi Sims iniziarono a popolare le loro piccole dimore virtuali nelle nostre case e da allora sono stati protagonisti di una grande e importante crescita che ha inevitabilmente influenzato lo straordinario mondo dei videogiochi.
Quello che ha sempre caratterizzato The Sims sin dalla sua prima apparizione è stata la "Rivoluzione"!
L'uscita di The Sims 1 ha rappresentato l'inizio di una serie di cambiamenti che, nel tempo, ciascun capitolo ha apportato: un simulatore di vita, come mai ne erano stati ideati prima di allora; un  programma studiato per migliorare il lavoro degli architetti, che viene brillantemente trasformato in un videogioco dal geniale Will Wright,  dando la possibilità di vivere una vita virtuale (anzi, moltissime!)  con quel magico tocco di nonsense e follia con il quale è riuscito a conquistare milioni di appassionati.
La rivoluzione di The Sims 2, uscito 4 anni dopo, ha introdotto le fasce di età; bebè, neonati e anziani iniziano a guadagnare il proprio spazio all'interno della famiglia. I caratteri genetici diventano finalmente "dominanti", i tratti fisici e caratteriali dei genitori sono condivisi dai figli che non sono più portati in volo da una magica culla ma generati dal buon vecchio Fiki Fiki. La vita, così come la conosciamo, trova una via anche in The Sims 2.
Il terzo capitolo di The Sims, uscito nel 2009, si adatta al sempre più competitivo mercato dei videogiochi; un nuovissimo motore grafico abbellisce le vite dei Sims che possono finalmente muoversi liberamente tra i quartieri, portando la rivoluzione di una sorta di Open World che tanto si stava diffondendo in quegli anni. 
Nuovissimi contenuti e funzionalità, rendono i Sims sempre più vicini alla realtà perdendo forse il lato giocoso dei precedenti capitoli, ma garantendogli comunque un successo straordinario.

Ed è qui che arriviamo ai nostri giorni. The Sims 4 esce  nel 2014 e con sé porta, forse, la fine delle rivoluzioni. Un evoluto sistema di creazione dei Sims e delle loro emozioni, non riesce a sopperire (per il momento) alle mancanze di questo nuovo capitolo. L' "Open World" è stato eliminato, così come anche l'importante fase del Bebè e ancora in un primo, scandaloso momento, le piscine (reintrodotte un anno dopo).

Mai un capitolo di questa pietra miliare dei videogiochi ha deluso tanto le aspettative, soprattutto dei giocatori  di lunga data.  Se, come affermato da EA Games, dal successo di The Sims 4 dipenderà la continuazione della serie, forse la Rivoluzione è davvero finita. Forse il ciclo della vita che i Sims ci hanno insegnato è applicabile anche al gioco stesso.
Qualunque sia il futuro di The Sims, la serie di videogiochi più di successo della storia dei personal computer, non smetterà di appassionare i milioni di giocatori in tutto il mondo. 
Sims continueranno ad essere creati e opportunamente eliminati nei modi più creativi, matrimoni di tutti i tipi saranno celebrati e, sopratutto, tanto Fiki Fiki sarà fatto.
Se non è questo uno splendido regalo!

Buon Compleanno The Sims!

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Ti potrebbero interessare anche:

Un commento

  1. Quante emozioni, davvero uniche. Soprattutto con The Sims e The Sims 2. Giochi che sono, e saranno, sempre nel cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button